Canoa Interregionale Sabaudia Maggio 2019

Canoa Interregionale Sabaudia Maggio 2019

Per ricevere le immagini desiderate in alta risoluzione, richiedere al fotografo riportando il codice della fotografia
Fotografie Gare e Premiazioni 1° parte


Fotografie Premiazioni 2° parte

Condivi adesso:
Galleria Campionato Italiano Dragon Boat Fondo 2019 Parte 2

Galleria Campionato Italiano Dragon Boat Fondo 2019 Parte 2

Il fotografo su richiesta si rende disponibile a inviare ai partecipanti alle gare le foto nella risoluzione originale, citando il codice della fotografia in alto a destra

Condivi adesso:
Dragon Boat e Canoa arricchiscono il medagliere societario

Dragon Boat e Canoa arricchiscono il medagliere societario

Un altro weekend di successi, sportivi e organizzativi, è stato archiviato; domenica 28 aprile il Lago di Paola ha ospitato il Campionato Italiano di Fondo di Dragon Boat sulla distanza dei 2000 metri: tredici le squadre che si sono sfidate su un percorso a tre giri di boa per conquistare i titoli italiani di categoria (Senior, Master A, Master B, Master C, Junior, Pink Ladies) sugli standard (imbarcazioni per venti pagaiatori) e sugli small (per dieci). 

Si è aperta la stagione agonistica della squadra di Dragon Boat con un titolo Italiano nel Senior misto standard (1^The Core 9’08″3, 2^Canottieri Ticino Pavia 9’21″9, 3^Elliot 9’49″9, 4^ Canottieri Padova 9’56″2, 5′ Albadrago N.P.) e tre secondi posti: Senior open small (1^ Albadrago 9’43”, 2^ The Core 9’51”4, 3^ Canottieri Ticino Pavia 9’59”, 4^ Elliot 10’31”9), Master A mix small (1^ D.B. Sabaudia 9’58″5, 2^ The Core 10’29”, 3^ AISA 10’32″7, 4^ Albalonga 10’46″9) e Master A open small (1^ Albadrago 9’49″9, 2^ The Core 9’53″7, 3^ D.B. Sabaudia 10’03”, 4^ Canottieri Comunali Firenze 10’34″9, 5^ Albalonga 10’36″7, 6^ Etruria 11’56″7). I risultati completi possono essere consultati sulla nostra pagina Facebook e su quella della Federazione Italiana Dragon Boat.

A Mantova, invece, è stata la canoa la protagonista del weekend con la “Flatwater International Regatta”, una due giorni di gare che ha visto impegnate tante società italiane e sei nazioni estere sulle distanze dei 200, 500 e 1000 metri. Due secondi posti quelli conquistati dalla nostra Sarah Tovo nel C1 Senior 200 e 500 metri, dietro alla croata Vanesa Tot che si impone in tutte e due le distanze. Terza Diana Tomarchio (CUS Milano).

Continueranno per tutto maggio gli appuntamenti sportivi che vedranno impegnati i nostri atleti e lo staff dell’organizzazione:

– domenica 5 maggio Campionato Regionale 1000 metri e 2^ prova Canoa Giovani

– domenica 12 maggio 2^ Gara Regionale di Canottaggio

– domenica 19 maggio Interregionale di Canoa

Al link sottostante le foto del Campionato Italiano di Fondo di Dragon Boat.

Galleria Fotografica Parte 1

Galleria Fotografica Parte 2

Galleria Fotografica Parte 3 (in allestimento)

Galleria Fotografica Parte 4  (in allestimento)

Condivi adesso:
Galleria Campionato Italiano Dragon Boat Fondo 2019 Parte 1

Galleria Campionato Italiano Dragon Boat Fondo 2019 Parte 1

Il fotografo su richiesta si rende disponibile a inviare ai partecipanti alle gare le foto nella risoluzione originale, citando il codice della fotografia in alto a destra

Condivi adesso:
Aspettando il Campionato Italiano di Dragon Boat: la leggenda e le origini in Italia

Aspettando il Campionato Italiano di Dragon Boat: la leggenda e le origini in Italia

Domenica 28 aprile 2019 le acque Lago di Sabaudia ospiteranno i Campionati Italiani di Dragon Boat di Fondo sulla distanza di 2000 metri Le imbarcazioni ammesse saranno sia le Standard, lunghe 12,49 metri con venti pagatori a bordo, che le Small, con la metà di atleti; entrambe comunque completate dal timoniere in coda alla barca e dal tamburino in testa a dettare il ritmo delle pagaiate.
Equipaggi provenienti da tutta Italia si confronteranno sui tre giri di boa per completare i due chilometri di gara.
La gara avrà inizio la mattina con la manche di qualificazione e proseguirà nella giornata fino alle spettacolari finali. La manifestazione è organizzata dalla ASD The CORE Canottaggio, associazione sportiva di Sabaudia.

Le origini di questa disciplina sportiva risalgono ad oltre 2000 anni fa quando, narra la leggenda, il poeta e statista cinese Qu Yuan si gettò nel fume Mi-Lo con un atto disperato per protestare contro le vessazioni cui veniva sottoposto il suo popolo dal Governo di allora. I pescatori, saputa la notizia, si lanciarono con grandi barche alla ricerca del corpo di Qu Yuan sbattendo con forza le acque con i remi per allontanare i pesci. Da allora è nata una tradizione che ricorda quel giorno, celebrato in tutto l’Oriente, il quinto giorno della quinta luna con il Dragon Boat Festival.

Oggi il Dragon Boat è una disciplina sportiva diffusa in tutto il mondo, in Italia i Dragon Boat arrivano nel 1988 grazie a Franco Gambella allora socio del C.C. Roma, oggi nostro socio, che partì da Roma per arrivare a Hartlepool (Inghilterra) e portare in Italia i primi due Dragon Boat, uno per il C.C. Roma e uno per il R.C.C. Tevere Remo.

Condivi adesso:
Lo sport non è solo “questione” di gare

Lo sport non è solo “questione” di gare

Lo sport è anche condivisione di esperienze, ricerca, innovazione, aggiornamento e la THE CORE Canottaggio Sabaudia si impegna anche in questo: il 6 e 7 aprile si è svolto a Sabaudia il I corso formativo organizzato da AIFI e LILT dal titolo “Dall’intervento chirurgico per il tumore al seno alla stabilizzazione degli esiti”, il cui obiettivo è stato la formazione di Fisioterapisti dedicati al percorso riabilitativo della donna operata di tumore al seno. È stato dato risalto all’attività del Dragon Boat come attività di riabilitazione indicabile nella fase della stabilizzazione degli esiti dopo le cure attive per il tumore. 

Il corso è stato suddiviso in due giornate: sabato la parte teorica si è svolta nella Sala Consiliare del Comune di Sabaudia, con le relazioni presentate dalla fisioterapista di Aifi, nonché componente della Breast Unit della Asl di Latina, Maria Antonia Fara, dalla fisioterapista Lilt Anna Maria De Cave, dal direttore sanitario e chirurgo senologo della Breast Unit della Asl di Latina, prof. Fabio Ricci e dal prof. Antonio De Lucia, presidente nazionale Federazione Italiana Dragon Boat e presidente della società scientifica di Psicologia dello Sport, ha avuto come focus l’analisi della normativa giuridica-istituzionale e scientifica.

La seconda giornata si è svolta nella sede della THE CORE con la prova pratica in barca: i 21 fisioterapisti presenti al corso, e provenienti da tutta Italia, seguiti e guidati dai tecnici della Federazione Nazionale di Dragon Boat, Vincenzo Iuliano e Riccardo Masotto, insieme al gruppo Donna Più LILT Latina, capitanato dalla Dott.ssa Annamaria De Cave, hanno sperimentato tutte le fasi della pratica del Dragon Boat.

È iniziato il 30 marzo, invece, il ciclo di seminari per l’inclusione dei bambini con Disturbo dello Spettro Autistico nel contesto sportivo, rivolti ai tecnici delle varie discipline sportive della provincia di Latina. “Sportissimamente – Sport&Autismo” è stato organizzato dall’Associazione LatinAutismo, nata nel mese di Giugno 2017 da genitori con bambini autistici, il cui obiettivo e’ creare una rete di servizi e istituzioni attorno alle famiglie che subiscono il cambiamento delle loro vite a causa di una sindrome; il progetto si articola in sette incontri settimanali tenuti da medici neuropsichiatri infantili, psicologi e terapisti specializzati in questo disturbo e che prevedono la “preparazione all’inclusione” per i tecnici che operano nelle associazioni pubbliche o private del territorio.

Tre sono i tecnici della nostra associazione che partecipano a questo corso: Alfredo Bollati, Cristina Palazzi e Francesca Zito, che curano il settore canottaggio, Special Olympics e Pararowing. Non solo da alunni ma anche da relatori: grazie alla Dott.ssa Marina Eianti e al Presidente di LatinAutismo Monia Magliocco, organizzatrici del corso, sabato 13 aprile le nostre competenze nel campo delle disabilità fisiche e intellettive sono state portate in cattedra dalla Dott.ssa Francesca Zito, nostro Presidente, attraverso foto ed esperienze dirette è stata illustrata l’attività che viene svolta con i ragazzi de “La Rete” di Pontinia, Mirko e Giuseppe. Il corso terminerà il 18 maggio. 

Significativo l’intervento fatto lunedì 15 aprile nella sede della Pro Loco di Sabaudia durante il corso per “Operatore alla promozione ed accoglienza turistica” promosso dalla Regione Lazio, dove i nostri tecnici e dirigenti Francesca Zito e Alfredo Bollati hanno illustrato la potenzialità del turismo sportivo, e come da anni viene portato avanti un discorso sinergico fra la nostra società e gli operatori turistici per la promozione del territorio e la valorizzazione dello sport. Ringraziamo per questo il Presidente Gennaro Di Leva, Claudia Borsari, tutor d’aula e tutto il personale della Pro Loco di Sabaudia per averci dato questa opportunità.

Condivi adesso:
Canottaggio: The CORE vince al I Meeting Nazionale

Canottaggio: The CORE vince al I Meeting Nazionale

E’ stato il lago di Piediluco a fare da cornice al I Meeting Nazionale nelle giornate di sabato e domenica scorsa, gara che ha visto impegnati circa 1400 atleti di 101 società italiane tra cui  il Team Italia e la nazionale della  Romania.

Gare di grande valore tecnico quelle della categoria Senior, in cui si è distinta la nostra singolista Diana Dymchenko, prima al traguardo con l’ottimo tempo di 7:44, davanti alla singolista rumena Bodnar Nicoleta, e a  Clara Guerra, atleta  del team Italia e portacolori del 3° Nucleo Atleti Fiamme Gialle di Sabaudia.

Diana, in Italia da ormai 4 anni, sarà impegnata questo fine settimana nel 33° Memorial D’Aloja, dove gareggerà per la Nazionale Ucraina, suo paese d’origine.

Condivi adesso:
Mantova: prove selettive e Campionato Italiano di Fondo

Mantova: prove selettive e Campionato Italiano di Fondo

Arriva da Mantova il primo titolo italiano per la canoa della stagione 2019: sul podio Sarah Tovo nel C1 Senior femminile, che conquista la medaglia e il titolo sui 5000 metri dopo aver vinto anche le due prove di selezione sui 200 e i 500 metri nelle giornate precedenti.

Gara “sfortunata”, invece, quella del K4 Senior maschile formato da Andrea Ramella, Valerio Castrovilli, Davide Provitali e Vincenzo Cestra: conquistato un buon quarto posto (età media della barca 38 anni) con un’ottima prestazione, se lo sono visto togliere per squalifica, dovuta a un presunto incidente sul percorso.

Condivi adesso:
Sabaudia un formidabile Meeting Nazionale Giovanile e Master

Sabaudia un formidabile Meeting Nazionale Giovanile e Master

È stata un’edizione del Meeting Nazionale Giovanile e Master formidabile quella disputata tra sabato 23 e domenica 24 marzo sulle acque del lago di Paola con la regia della THE CORE Canottaggio Sabaudia, in collaborazione con Centro Sportivo Marina Militare, 3° Nucleo Atleti Fiamme Gialle, C.S. Carabinieri e G.S. Fiamme Oro. 

L’evento nazionale per le società del centro sud ha visto al via 512 equipaggi gara, in rappresentanza di 32 società remiere del Lazio, Toscana, Campania, Sicilia, Puglia, Umbria, nella due giorni si sono disputate 99 gare con partenze ogni cinque minuti, sulle otto corsie del campo di gara.

Nella giornata di sabato il nostro Club conquista un primo posto nel singolo Master H con Paolo Caracciolo di Brienza, tre secondi con Riccardo Selvatici nel singolo 7,20 Cadetti, Leonardo Nalesso nel singolo 7,20 Allievi C e il quattro di coppia Master C di Massimiliano Faraci, Agostino De Stefani, Paolo Vivian e Fabrizio Tucci.

La domenica si apre con un altro secondo posto per Riccardo Selvatici, questa volta nel singolo; gara emozionante fino all’ultima palata quella del doppio Master C che vede al primo posto la coppia Fabrizio Tucci e Paolo Vivian, secondo

Massimiliano Faraci nella barca mista con il Thalatta e quarto l’equipaggio formato da Gabriele Costantini e Luca Fiorito. Domina la gara il doppio Master D di Marco Maule e Agostino De Stefani. Bella la prestazione del giovane Samuele Boschetti nel singolo Ragazzi, giunto sesto al traguardo.

In occasione dei festeggiamenti dei 150 anni dalla fondazione, la Canottieri Armida (Torino) ha istituito quest’anno il trofeo “150 anni Armida” per la categoria Master da assegnare durante i Meeting di Candia e Sabaudia. A Sabaudia il riconoscimento è andato alla Tiber Rowing Club che, con un totale di 193 punti, in seconda posizione canottieri Ponte Milvio punti 89, terzi c.c. Lazio punti 83, seguite da c.c. Effe (67), c.c. Tirrenia Todaro (55), Ilva Bagnoli (49), The CORE Canottaggio(49), ecc. A Candia Canavese vittoria per il canottieri Armida.

Commenta il Presidente del The CORE Canottaggio Francesca ZITO: “Abbiamo vissuto una weekend fantastico, che ha innalzato il livello agonistico e organizzativo della nostra società, le gare si sono regolarmente svolte in belle giornate e con il divertimento di tutti”.

Risultati Domenica

Risultati Sabato

Galleria Fotografica Sabato

Galleria Fotografica Domenica

Condivi adesso:
Meeting Nazionale Giovanile e Master iniziano le gare

Meeting Nazionale Giovanile e Master iniziano le gare

Scattano alle 11:00  di sabato mattina, sulle acque del Lago di Paola, le regate del Meeting Nazionale Giovanile e Master.

Sono previste complessivamente nei due giorni 98 finali dirette. Per sabato sono previste 50 gare, tra categorie giovanili e gare per le categorie Master, con partenza intervallate ogni 5 minuti si gareggerà fino alle 16:55.


Domenica si riprende dalle ore nove con le rimanenti 48 gare previste, per terminare con le gare delle rappresentative regionali con la Coppa Italia Allievi Cadetti
Sono ben 32 le società iscritte che rappresentano le regioni Lazio, Toscana, Campania, Sicilia, Puglia, Umbria  per un totale di 568 atleti iscritti, ripartiti su 512 equipaggi.
A Sabaudia come a Candia Canavese sarà messo in palio, per la categoria Master, il “Trofeo Armida” che celebra i 150 anni dalla fondazione del sodalizio torinese.

Il programma Gare di Sabato

Il programma Gare di Domenica

Condivi adesso: